Perché la bioedilizia è la scelta del futuro

di | agosto 27, 2019

Nelle tematiche maggiormente a cuore delle persone, quello relativo all’ecologia e all’ambiente è divenuto ormai prioritario per la maggior parte degli individui. Non è casuale, in tal senso, la grande risonanza mediatica data alla lodevole iniziativa intrapresa da Greta Thunberg, che ha svegliato le coscienze del mondo intero lanciando un “SOS” sul delicato tema del surriscaldamento globale: grazie ad una ragazzina svedese poco più che sedicenne, il mondo si è reso conto dalla prioritaria importanza che riveste la tutela dell’ambiente, argomento del quale nessuno può definirsi disinteressato. Tutti i settori economici e commerciali, di conseguenza, hanno lanciato della campagne promozionali sfruttando questa tematica, riscontrando soventemente il parere favorevole della clientela.

SOS ecologia: costruire con la bioedilizia per salvaguardare l’ambiente

C’è un mondo, però, che già da svariati anni dedica un occhio particolare alla tematica ecologica, spinto da una forte richiesta da parte dei potenziali clienti: il settore edile. La bioedilizia, ovvero l’utilizzo delle tecniche e dei materiali edili che si usano in bioarchitettura, è un settore in netta ascesa: la domanda di interventi attinenti a questa sfera raddoppia il proprio volume con cadenza biennale, tant’è che oggi circa il 60% degli interventi edilizi viene effettuato rispettando elevati standard di ecocompatibilità, dato che aumenta ulteriormente se fossero tenute in considerazione le sole aree dei paesi emergenti.

I vantaggi della bioedilizia, d’altronde, sono molteplici. In primis, l’elevata efficienza energetica, che può essere accompagnata anche da una bolletta più economicamente sostenibile grazie a siti come Chetariffa.it, dov’è possibile comparare le offerte dei vari player del settore trovando la soluzione maggiormente adatta alle proprie esigenze.

Costruire una casa ecologica consente di abbassare il livello di inquinamento esterno, oltre a fornire degli indubbi vantaggi dal punto di vista economico: a fronte di una spesa iniziale superiore (10% circa rispetto ad una casa in cemento), offre la possibilità di abbattere notevolmente i costi di mantenimento (in vent’anni, il 20/50% in meno rispetto ad una abitazione standard).

Bioedilizia, una scelta etica, economica ed innovativa

Convenienza che risulta ancora più elevata in caso di ristrutturazione dell’immobile: la spesa iniziale rispettando parametri bioedili è inferiore del 10%, oltre a consentire – in un ventennio – un risparmio di quasi il 50% rispetto ad una tradizionale abitazione. Un tema, quello della ristrutturazione degli immobili, che non può lasciare indifferente un paese come il nostro, in cui si stima che ben 5 milioni di edifici debbano essere riqualificati e risistemati per obsolescenza o deterioramento. Se la maggior parte di queste costruzioni fosse ristrutturata grazie alla bioedilizia, si potrebbe evitare un negativo impatto ambientale nelle zone dove queste opere verrebbero compiute, oltre a fornire un benessere maggiore a chi, di quegli edifici, ne usufruisce.

Il materiale preferito nell’ambito della bioedilizia è il legno, grazie al quale, oggi, è possibile costruire palazzi e case  riducendo dell’80% il volume del materiale necessario tradizionalmente. Il legno, d’altro canto, è il materiale naturale che meglio si abbina ad una casa che rispetti elevati standard di eco-compatibilità, in quanto presenta caratteristiche di durezza, resistenza e durabilità assai elevate senza recar danno all’ambiente.

Oltretutto, risulta essere un ottimo isolante, in grado di contenere le dispersioni di calore durante l’inverno e mantenere fresco l’ambiente in estate. Grazie a queste peculiarità, il legno si può ben definire come il materiale maggiormente efficiente dal punto di vista energetico, caratteristica di primaria importanza nel mondo della bioedilizia.

L’ultima frontiera dell’architettura bioedile, però, è rappresentato dai pannelli in X-Lam, ovvero strati di compensato sovrapposti, flessibili, ignifughi, antisismici, resistenti e isolanti, particolarmente adatti anche nel caso di ristrutturazioni quando è necessario aggiungere piani alla casa esistente per non gravare troppo con il peso sulle fondamenta. Scegliere una casa ecologica, quindi, offre una serie di vantaggi impagabili, sia dal punto di vista etico (rispetto dell’ambiente) che economico, grazie ai consistenti risparmi che si possono ottenere su base pluriennale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *