Dolore al fianco destro

By | maggio 13, 2018

Parlare di fianco destro è ancora un po’ vago soprattutto per comprendere quale parte anatomica può essere interessata come causa di questo tipo di dolore. Intanto possiamo affermare senza tema di smentita che si tratta di uno dei dolori maggiormente accusati da chi ricorre al Pronto soccorso, preoccupato per quel dolore che insorge spesso senza un motivo apparente scatenante.

Cosa c’è nel corpo umano in prossimità del fianco destro?

  • Intanto c’è l’intestino e poco più in basso, nella fossa iliaca, l’appendice che quando si infiamma dà origine all’appendicite.
  • A destra, posteriormente ma prossimo al fianco c’è il rene.
  • Non è localizzato nel fianco ma le innervazioni possono far localizzare vicino al fianco il dolore: parliamo del Pancreas.
  • Lo stesso discorso vale anche per l’ovaia destra
  • Una gastrite o un’infiammazione del duodeno possono provocare un dolore che si irradia anche al fianco destro.

Dolore con movimento o anche a riposo?

Sembra forse una suddivisione accademica, invece è importante distinguere se il dolore al fianco destro si presenta prevalentemente con il movimento, con l’attività fisica oppure se è presente anche a riposo. Nel primo caso che ne è colpito, statisticamente, è soprattutto una persona in sovrappeso ma non per via del peso in se ma per via dell’infiammazione intestinale che è spesso presente in chi ha dei chili in più addosso.

Con l’attività fisica, un intestino già in stato di infiammazione, si infiamma ancora di più perché l’attività fisica provoca la formazione di sostanze chiamate Prostaglandine che aumentano l’0infiammazione dell’intestino. Questo, sotto l’azione dell’infiammazione, comincia a dolere. Smettendo l’attività fisica, gradualmente il dolore passa.

Nel secondo caso, se il dolore compare a riposo, senza fare particolari sforzi, le ipotesi sono tante:

  • Appendicite
  • Infiammazione del Pancreas
  • Sovraccarico del fegato o calcoli alla colecisti
  • Infiammazione intestinale
  • Infiammazione dell’ovaia
  • Problemi renali.

Dolore da una parte, problema dall’altra?

Il dolore è un’elaborazione del cervello sulla base di quanto riportato dai nervi. Le innervazioni sono complesse, la distribuzione delle terminazioni nervose e la stessa stimolazione dei nervi può in alcuni casi depistare anche un medico. Se senti dolore in una parte, non è detto che sia quella parte a generarlo. Un caso tipico è l’infiammazione del nervo sciatico, nella schiena che ti fa sentire dolore al polpaccio e frequentemente l’appendicite che si trova a destra ti fa sentire dolore dalla parte opposta, a sinistra.

Naturalmente un medico attento non si lascia depistare, ha modi per comprendere dov’è veramente il problema con particolari manovre diagnostiche ponendo l’esatta diagnosi. Dunque, se senti un dolore al fianco destro, non farti prendere dal panico e ragiona. Prima di tutto, qual è la circostanza in cui è insorto? Eri in attività fisica o a riposo?

Appena insorge il dolore, evita di correre subito in Pronto soccorso o dal medico, può essere un piccolo problema passeggero che non richiede interventi medici. Domandati anche di quali problemi soffri eventualmente già; potresti già sapere di avere una brutta gastrite e magari hai mangiato qualcosa che il tuo stomaco non ha gradito.

Cosa fare?

Se noti che il tuo dolore al fianco destro si presenta con l’attività fisica e poi scompare, fallo presente al medico la prima volta che hai occasione di recarti in ambulatorio.  Se invece il dolore si presenta a riposo e soprattutto se invece di passare si acuisce fino a divenire o particolarmente intenso, allora considera di farti visitare dal tuo medico se reperibile o in Pronto Soccorso se non è possibile il ricorso al tuo medico in tempi brevi.

Molto probabilmente non è nulla di grave ma se si trattasse di un’appendicite acuta è bene non attendere giorni. Se, una volta accertato che non si tratta di particolari patologie, da parte di un medico, allora probabilmente si tratta soltanto di un’infiammazione dell’intestino per la quale un’alimentazione sana ed equilibrata, a base di verdure e frutta ma anche col giusto apporto di proteine  e carboidrati, può aiutare parecchio ad eliminare la causa del dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *