La professione dello psicologo

di | giugno 10, 2019

Quando si parla della professione dello psicologo, si inquadra un ambito tanto complesso quanto affascinante. Per partire dalle basi, va ricordato che lo psicologo è un professionista della salute che, a seguito di una determinata richiesta da parte di un committente, si impegna per risolvere un problema relativo alla serenità o al benessere interiore.

Questi due aspetti possono riguardare sia i singoli individui, sia le organizzazioni. Lo psicologo, infatti, opera spesso con le aziende e le istituzioni scolastiche. Per essere più precisi in merito ai campi di intervento, va specificato che lo psicologo interviene in tutti quei casi che necessitano la modifica di una situazione che vede un individuo o un gruppo di individui vivere con disagio la quotidianità.

Lo psicologo – come si può leggere pure sulle pagine del sito www.psicologa-psicoterapeuta-padova.it, un portale che illustra molto bene le peculiarità di questa professione – agisce anche con il fine di concretizzare interventi di crescita personale, aiutando chi si rivolge ai suoi servizi a migliorare la propria autostima e a comunicare in maniera più performante sulla base di specifici obiettivi.

Altri campi di intervento dello psicologo

La professione dello psicologo può riguardare anche altri campi. Tra questi, è possibile includere gli interventi clinici. In questo caso, si ha a che fare con la riabilitazione cognitiva, ma anche con il trattamento dei disturbi del comportamento.

Inoltre, lo psicologo può intervenire anche in quei casi in cui è necessario ottimizzare il benessere psicofisico della singola persona. Rientrano in queste situazioni i percorsi dedicati a chi vuole smettere di fumare, ma anche a chi, invece, ha intenzione di perdere peso.

Ci si chiede spesso quando sia il momento di rivolgersi a uno psicologo. In linea di massima, bisognerebbe contattare il professionista della salute in questione in tutti quei casi in cui si vive una situazione di disagio che interferisce con il normale svolgimento della vita quotidiana, creando problemi relativi sia all’autostima, sia alla qualità delle relazioni.

Lo psicologo, attraverso strumenti che variano a seconda delle esigenze, delle caratteristiche e dalle esperienze del singolo paziente, lavora al fine di raggiungere specifici obiettivi legati alla risoluzione dei problemi della persona che si è rivolta a lui.

Fondamentali ai fini del risultato sono gli incontri periodici, che avvengono con una cadenza che varia a seconda sia della situazione del paziente, sia della corrente a cui lo psicologo fa riferimento. Lo stesso vale per la durata. In ogni caso, non durano meno di 45 minuti.

La formazione dello psicologo

Per capire bene come funziona la professione dello psicologo, è importante fare il punto della situazione anche sulla formazione che ha alle spalle questo professionista. Lo psicologo, per poter esercitare, deve laurearsi in psicologia e, successivamente, effettuare un esame di Stato avente il fine di abilitare all’esercizio della professione.

Se si vuole, è possibile perfezionare il proprio percorso formativo frequentando una scuola quadriennale per il conseguimento della specializzazione in psicoterapia. Lo psicoterapeuta, a differenza dello psicologo, ha la possibilità di trattare anche soggetti con patologie depressive e di utilizzare strumenti avanzati come la relazione terapeutica. Il percorso di specializzazione in psicoterapia è caratterizzato dalla possibilità di scegliere tra diverse correnti. Le principali sono la psicoterapia cognitivo-comportamentale e la psicoterapia dinamica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *