L’intervento di correzione della miopia

By | novembre 16, 2018

La miopia è un difetto visivo che, in alcuni casi specifici, è trattabile attraverso un intervento di correzione. Questa operazione consente di correggere completamente la miopia agendo in due modi differenti.

Il primo consente di correggere la curvatura della cornea e il secondo, invece, agisce modificando la refrazione interna dell’occhio. Lo strumento utilizzato nella prima procedura è il laser ad eccimeri che con il PRK o il LASIK modella la cornea, levigandone la superficie per ridurre la sua curvatura e il potere di convergenza.

L’azione, in questo caso, è molto simile a quella delle lenti a contatto ma con l’intervento il risultato ottenuto è di correzione definitiva e non temporanea. In alternativa, lo stesso intervento può essere eseguito con un nuovo laser a femtosecondi, il ReLex SMILE. Quest’ultimo garantisce lo stesso risultato del laser ad eccimeri asportando un lenticolo dalla cornea.

Il secondo metodo di azione mira a ridurre il potere di convergenza attraverso l’applicazione di una lente fachica tra l’iride e il cristallino. Un’atra opzione invece consente di sostituire direttamente il cristallino con una lente artificiale.

La prima procedura eseguita con il laser PRK o con il LASIK sono praticamente indolori. Nel corso dell’intervento viene applicata solo qualche goccia di collirio come anestetico. La durata è di qualche minuto e il tutto viene eseguito in day hospital senza che sia necessario il ricovero.

Invece, utilizzando il nuovo laser ReLex SMILE la procedura è del tutto indolore e il recupero delle funzionalità avviene in un pomeriggio.

La seconda procedura, sia quella con l’inserimento della lente fachica che quella dell’impianto, avvengono in sala operatoria e consentono il ripristino in breve di tutte le funzioni dell’occhio.

Quando ricorrere all’intervento di correzione della miopia?

I soggetti affetti da miopia possono ricorrere all’operazione al fine di correggere completamente o, almeno, parzialmente il difetto visivo. Il paziente perfetto su cui la procedura produce i migliori risultati deve avere in ogni caso requisiti specifici.

In primo luogo, il candidato ideale non deve essere al di sotto di 18 o 19 anni d’età. Questo perché è possibile che il difetto non si sia ancora stabilizzato ma anzi rischi di peggiorare nel tempo. Un intervento di correzione della miopia a questa età potrebbe correre, allora, il rischio di essere prematuro.

In secondo luogo, il soggetto ideale per questa procedura non dovrebbe avere più di 40 anni d’età. Dopo aver compiuto 40 anni, infatti, è possibile che si sviluppi la presbiopia che potrebbe complicare lo svolgimento dell’operazione.

Infine, il difetto visivo del paziente deve essere stabile da non meno di 1 anno. Ma non finisce qui. Prima di decidere se un soggetto può subire l’intervento di correzione le condizioni del paziente devono essere valutate scrupolosamente da uno specialista.

La valutazione deve essere effettuata perché non tutte le persone con la miopia sono candidate ideali per l’intervento di correzione. Ci sono, in alcuni casi, delle condizioni pre-esistenti che impediscono di correggere il difetto senza incorrere in seri rischi.

Innanzitutto, i pazienti devono essere sottoposti alla pachimetria corneale per valutare se la loro corneo abbia uno spessore adeguato a subire variazioni in difetto. Lo specialista deve anche valutare se sia presente secchezza oculare. La sindrome dell’occhio secca, infatti, costituisce una controindicazione a tale intervento.

È necessario anche valutare l’assenza di patologie alla cornea che potrebbero creare complicazioni o pregiudicare il buon esito dell’operazione. Inoltre, la presenza di altre patologie, non a carico dell’occhio, come l’artrite reumatoide e il diabete non permettono di effettuare questo intervento.

Perché fare l’operazione di correzione della miopia?

In conclusione, scegliere la soluzione dell’intervento piuttosto che gli occhiali o le lenti a contatto ha i suoi vantaggi. In particolare, i pazienti in possesso di tutti i requisiti richiesti e che sono stati visitati da uno specialista e giudicati candidati perfetti per l’operazione hanno ottime possibilità che il risultato sia di correzione completa del difetto.

Questo significherebbe dire addio a occhiali e a lenti a contatto. Ma, in ogni caso, anche nei soggetti in cui ci si aspetta un risultato solo parziale l’operazione di correzione della miopia ha un immenso vantaggio in quanto può ridurre significativamente il difetto.

Per maggior approfondimento sull’intervento correzione della miopia visitare: https://www.oculistanizzola.it/operazione-occhi/intervento-miopia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *